giovedì 5 luglio 2018

LUCA FANTIN: AMBASCIATORE DIGITALE @villaarzilla #villaarzilla

Anche Luca, novello docente per i suoi coetanei, e ambasciatore digitale per la Maker:Share:Learn:Europe è tra gli ideatori del Progetto  VILLA ARZILLA con cui gli studenti robotici del Fermi concorrono per partecipare alla prossima Maker Faire.
Le conoscenze acquisite e le competenze di Luca sono sempre al servizio di tutti i compagni che vogliano cimentarsi in attività spesso elaborate e complesse ma insieme ce se la fa!!

LA SFIDA DI LUCA CON NAO

martedì 3 luglio 2018

CANDIDATURA ALLA MAKER FAIRE

Gli studenti dei gruppi di robotica del Fermi si candidano per partecipare alla Maker Faire di ottobre.

L'idea è di coniugare tutte le proposte rivolte agli anziani e che sono state sviluppate nel corso dell'anno scolastico per progettare una villetta animata.

VILLA ARZILLA infatti, che prende nome da un'idea di Alessandra e Ariela, vorrebbe essere un rifugio sicuro per pochi anziani che possano godere di un poca di autonomia grazie alla robotizzazione e alla domotizzazione dei loro appartamenti.

Gli studenti prendendo spunto dalle esigenze degli anziani interpellati nei lunghi mesi invernali e chiacchierando amabilmente con nonni e vecchi zii hanno scoperto che il gioco, il ballo, la dedizione a piccoli hobby e passioni renderebbe migliore la qualità della vita a chi è ancora attivo ma non ha più un ruolo lavorativo all'interno della società.

Ecco allora che i nostri Ambrogio, Enrico e Alberto (cioè i nostri robot) sarebbero pronti a dedicarsi anima e corpo, si fa per dire, agli abitanti della villetta automatizzata.

La dimostrazione ideale necessiterebbe di più zone, anche attigue, in cui simulare le varie aree della casa: il soggiorno, il terrazzo, lo studiolo, la camera da letto.

CLICCA PER SAPERNE DI PIU'

mercoledì 27 giugno 2018

ROBOCUP@HOME EDUCATION MONTREAL 2018

 LEGGI ANCHE IL SITO

AVVENTURA CONCLUSA NEL MIGLIORE DEI MODI: GLI E-404 SI QUALIFICANO SECONDI ALLE SPALLE DEGLI IMBATTIBILI INDIANI CHE GIA' DALLE PROVE OBBLIGATE AVEVANO SBARAGLIATO TUTTI GLI AVVERSARI.


FEDERICO, PAOLO, ALIN E OMAR CONVINCONO I GIUDICI DELLA BONTA' DEL LORO PROGETTO AL SECONDO TENTATIVO DOPO CHE UN PROBLEMA DI CONNESSIONE NON GLI AVEVA PERMESSO DI DIMOSTRARE QUANTO ARCHITETTATO.


IL ROBOT-STEWARD IDEATO DAGLI E-404 ACCOGLIE GLI OSPITI IN ALBERGO STABILENDO, GRAZIE AL RICONOSCIMENTO FACCIALE, IN QUANTI SONO E SE HANNO BISOGNO DI UNA CAMERA SINGOLA O DOPPIA; SI FA CONSEGNARE LA "VALIGIA" E SI FA SEGUIRE FINO ALLA CAMERA.

GLI OSPITI CON UNA SPECIALE APP ORDINANO UNA BIBITA AL BAR E LO STEWARD LA VA A PRENDERE E LA PORTA IN CAMERA.

ESPERIENZA OLTREMODO APPASSIONANTE, BELLA LA POSSIBILITA' DI IMPARARE E SUBITO METTERE IN PRATICA CIO' CHE SI E' APPRESO. BRAVISSIMI GLI INSEGNANTI: JEFFREY TAN, CAMERON E SEBASTIAN DI MATHWORKS.

STIMOLANTE IL CONFRONTO E L'AIUTO CON I RAGAZZI DELLE ALTRE SQUADRE.
SFRENATO ESERCIZIO DELLA LINGUA INGLESE.

mercoledì 20 giugno 2018

MONTREAL-CANADA ROBOCUP@HOME EDUCATION

GLI E-404 MESSI A DURA PROVA DALLE SESSIONI DI GARA IDEATE DAI GIUDICI.

AVVERSARI MOLTO BRAVI, SOPRATTUTTO GLI INDIANI MA ANCHE I GIAPPONESI NON SCHERZANO. CINESI A PORTATA.

TUTTA LA KERMESSE E' MOLTO ENTUSIASMANTE E ALLO STESSO TEMPO PROSCIUGA COMPLETAMENTE LE ENERGIE, IL TEMPO SCORRE SENZA CHE TE NE ACCORGI.

ORA SONO LE 16.00 E HO SPINTO GLI STUDENTI A MANGIARE...ORA DI PRANZO NON ESISTE...QUANDO CREDI DI AVER FINITO DEVI RICOMINCIARE...

DOMANI GRAN FINALE O LA VA O LA SPACCA!!!!




lunedì 11 giugno 2018

MONTREAL ROBOCUP@HOME EDU 2018




La nuova formazione degli E-404 cioè: PAOLO ASTRINO, ALIN BACIU, FEDERICO GIURIATO e  OMAR LIBRETTI è in procinto per partire per il CANADA sponsorizzata da
Nuova esperienza, nuovi compagni di avventura.


L'esperienza a Roma e il contatto con altri gruppi di studenti non solo della scuola superiore ma anche dell'Università è stato di stimolo per continuare a cimentarsi in prove sempre più difficili sia come contenuto sia in termini di tempo ridotto per conseguire i risultati attesi.



La modalità workshop+competition è certamente molto istruttiva e permette anche a chi non raggiunge risultati eccellenti di ottenere un grado di conoscenza superiore dell'argomento e di appassionare ancor più all'attività che si sta svolgendo.




Poichè gli studenti delle mie quattro squadre complessivamente raggiungevano un numero di circa 30 unità la scelta di variare la composizione nel passaggio dalla gara nazionale all'Europea al mondiale si è resa necessaria, anche su suggerimento degli studenti, per dare l'opportunità a molti di cimentarsi in queste che sono sfide importanti per una giovane mente.



Il dover risolvere rapidamente un problema, confrontandosi in team, mettendo a disposizione del gruppo le proprie competenze e le proprie conoscenze è sicuramente stimolante e appassionante.

Mettiamoci l'uso di una lingua straniera, in questo caso l'inglese, ed ecco che il tutto diventa ancor più avvincente.



Anche la presenza di studenti universitari e il carattere didascalico di tutta la RC@Home Edu è interessante, il clima collaborativo e l'occasione per conoscere giovani provenienti da varie parti del mondo sono poi assolutamente il punto di forza nella struttura di questa gara.



Certo a volte si ha l'impressione di non essere all'altezza delle richieste che vengono fatte ma è allora che emerge lo spirito combattivo di una squadra, quell'unità di intenti che, come succede in un team sportivo, crea il gruppo compatto che tale rimarrà anche nel ricordo dell'esperienza.

lunedì 4 giugno 2018

SELEZIONE DI IMMAGINI DALL'EUROPEO DI MONTESILVANO

AL LAVORO SU MARRTINO. 

GLI E-404 CERCANO DI SEGUIRE LE ISTRUZIONI IMPARTITE DA JEFFREY TAN DAL PROF. IOCCHI E DALLA PROF.SSA FERRARELLI

IL GRUPPONE DELL'AULA 9 AL CENTRO CONGRESSI DEAN MARTIN DI MONTESILVANO IN OCCASIONE DELL'EUROPEO DI ROBOCUP@HOME EDUCATION


IL ROBOT MESSO A DISPOSIZIONE DALL'UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA PER IMPARARE IL RICONOSCIMENTO FACCIALE


PAOLO, OMAR, FEDERICO E ALESSANDRO MENTRE SEGUONO LA LEZIONE DALLA LORO POSTAZIONE
LA SOTTOSCRITTA CHE OSSERVA UNA SQUADRA AVVERSARIA AL LAVORO

sabato 2 giugno 2018

RC@HOME EDU secondo posto all'Europeo per gli E-404



RoboCup@Home Education è un progetto che prevede l’organizzazione di competizioni scientifiche ed educative al fine di promuovere la ricerca e lo sviluppo di robot di servizio.  Il primo workshop italiano su RoboCup@Home Education si è svolto il 15-16 marzo a Roma nell’ambito della RomeCup 2017 presso l’università di Tor Vergata a cura dei professori Luca Iocchi e Paola Ferrarelli del Dipartimento di Ingegneria Informatica Automatica e Gestionale di Sapienza Università. Quest'anno a Montesilvano marina, presso il Centro Congressi Dean Martin, si è svolto il campionato Europeo di RoboCup Junior che al suo interno ha visto svolgersi la seconda edizione di RoboCup@Home Education.
Fede, Ale, il prof. Jeffry e Turtlebot
Ale Marrtino con Paolo in osservazione

La competizione è organizzata in diverse sessioni, quattro giorni per la precisione, in cui le squadre seguono le lezioni dei professori e poi freneticamente cercano di soddisfare tutte le richieste legate alla programmazione dei robot.

I robot messi a disposizione sono Turtlebot e MARRTINO